Ultima modifica: 13 Settembre 2021

Ministero dell’Istruzione

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA CAMPANIA

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO TITO LIVIO

LARGO FERRANDINA A CHIAIA 3 – 80121 NAPOLI (NA)

Tel. 081400485  Fax. 081400485  – Codice Fiscale: 80033420631 Codice Meccanografico: NAMM04900V

E-mail namm04900v@istruzione.it          PEC: namm04900v@pec.istruzione.it

 

Prot. N.2570/2021                                                                                                           Napoli, 13/09/2021

Al Personale Docente

Ai Collaboratori Scolastici

Agli Assistenti Amministrativi

Al D.S.G.A

Al sito

All’albo

AVVISO n. 5

Oggetto : Avviso n.5 – Obbligo esibizione certificazione verde COVID-19 obbligo di possesso e di esibizione certificazione verde COVID-19, ex art. 9 ter.1, D.L. 22 aprile 2021, n° 52, così come convertito con modificazioni dalla L. 17 giugno 2021, n° 87 e modificato dall’art. 1, comma 6 del D.L. 6 agosto 2021, n° 111 e dall’art. 1, comma 1 del D.L. 10 settembre 2021, n° 122.

Ai fini dell’osservanza del disposto di cui all’art. 9 ter.1, D.L. 22 aprile 2021, n° 52, così come convertito con modificazioni dalla L. 17 giugno 2021, n° 87 e integrato dall’art. 1, comma 6 del D.L. 6 agosto 2021, n° 111 e dall’art. 1, comma 1 del D.L. 10 settembre 2021, n° 122, la scrivente D.S. dell’Istituzione epigrafata

comunica

che a partire dalla data 11 settembre 2021 e fino al 31 dicembre 2021, sussiste l’obbligo per chiunque acceda alle strutture in uso a questa Istituzione scolastica, di possesso e di esibizione della certificazione verde COVID-19, ad esclusione dei bambini, degli alunni e dei soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata in coerenza con la Circolare del Ministero della Salute 4 agosto 2021, n° 35309.

A tal proposito segnala che la certificazione verde COVID-19 è rilasciata

  • dopo la somministrazione della prima dose di vaccino e ha validità dal quindicesimo giorno successivo fino alla data prevista per la somministrazione della seconda dose (nel caso di vaccino a doppia dose). La certificazione verde ha in ogni caso una validità di nove mesi dal completamento del ciclo vaccinale;
  • a seguito di guarigione certificata dall’infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi);
  • a seguito di effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (validità 48 ore).

La verifica delle certificazioni verdi COVID-19 del personale scolastico sarà effettuata dalla sottoscritta e dal personale all’uopo designato ad operare in tal senso in remoto, attraverso la nuova funzionalità dedicata resa disponibile sul Sistema Informativo Dell’Istruzione (SIDI).

La verifica delle certificazioni verdi COVID-19 di tutti gli altri avventori o visitatori della struttura scolastica, a qualunque titolo, sarà operata in situ dalla sottoscritta o dal personale formalmente delegato, nel rispetto dell’art. 13, comma 2, lettera a) del D.P.C.M. 17 giugno 2021, mediante la lettura del codice a barre bidimensionale, utilizzando esclusivamente l’applicazione mobile “VerificaC19”. Tale applicazione consente di verificare la validità delle certificazioni offline (con una interrogazione alla piattaforma nazionale almeno una volta al giorno, per l’aggiornamento del data base locale), garantendo l’assenza di informazioni memorizzate sul telefonino e minimizzando il numero dei dati visualizzabili dall’operatore. L’interessato, su richiesta del verificatore, dovrà esibire un proprio documento di identità in corso di validità, ai fini della verifica di corrispondenza dei dati anagrafici presenti nel documento con quelli visualizzati dall’applicazione.

Per i soggetti esenti dalla campagna vaccinale, l’acquisizione della certificazione rilasciata dalle competenti autorità sanitarie attestante l’esenzione dalla vaccinazione e – come indicato dalla Nota MI del 13 agosto 2021, n° 1237 – a tutti gli effetti utile a “consentire l’accesso […] agli edifici destinati alle attività educative, scolastiche”, sarà operata in situ dalla sottoscritta e dagli stessi soggetti delegati alla verifica delle certificazioni verdi COVID-19, in remoto o de visu.

Il soggetto non in possesso e/o che non esibisca la certificazione verde COVID‑19 non potrà oltrepassare il cancello del lotto scolastico, tenuto conto che le aree all’aperto di pertinenza scolastica sono tecnicamente elementi accessori (nello specifico spazi accessori) della struttura scolastica, come le recinzioni, giardini, interviali, ecc.

Preme segnalare che i contravventori alla disposizione di possesso e di esibizione della certificazione verde COVID-19 sono soggetti a sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400,00 a euro 1’000, salvo che il fatto costituisca reato. In caso di reiterata violazione la sanzione amministrativa è’ raddoppiata e quella accessoria è applicata nella misura massima. Ferma restando l’applicazione delle eventuali sanzioni accessorie, il trasgressore sarà ammesso a pagare, entro sessanta giorni dalla contestazione o dalla notificazione, una somma pari al minimo. Tale somma è ridotta del 30 per cento se il pagamento sarà effettuato entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notificazione. Avverso il verbale di contestazione sono ammessi scritti o documenti difensivi, da inviarsi al Prefetto entro 30 giorni dalla contestazione, ai sensi dell’art. 18 della Legge 24 novembre 1981, n° 689. Il procedimento potrà concludersi con l’emanazione di un’ordinanza di archiviazione o ingiunzione, a seconda dell’accoglimento o meno delle ragioni addotte. La presentazione di scritti difensivi preclude la possibilità di poter beneficiare del pagamento in misura ridotta e la sanzione sarà rideterminata, con ordinanza ingiunzione, tra il minimo ed il massimo edittale della sanzione prevista secondo i criteri di cui all’art. 11 della citata Legge n°689/81. Si fa presente che non sarà possibile esercitare il diritto alla propria difesa se la sanzione fosse stata già pagata.

Il personale scolastico che violano la disposizione di possesso e di esibizione della certificazione verde COVID-19, oltre alla rappresentata sanzione, sarà considerato in assenza ingiustificata e non saranno dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento, comunque denominato, già a partire dal primo giorno. A decorrere dal quinto giorno di assenza il rapporto di lavoro sarà sospeso.

La scrivente resta a disposizione per eventuali ulteriori approfondimenti e ringrazia per l’attenzione prestata.

f.to Il Dirigente Scolastico

prof.ssa Elena Fucci

Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi e per gli effetti dell’art. 3, c.2 D.Lgs. n. 39/93